Lasciare andare il passato

Photo by cottonbro on Pexels.com

Io mi chiedo “Tornerà tutto come prima?”. In tanti se lo augurano. Ma il come prima, non esiste già più. Alcune famiglie hanno sepolto un parente, un amico, il medico di quartiere, un collega. Il come prima dell’epidemia non tornerà. Ogni evento, di qualsiasi portata, agisce su di noi e ci trasforma, le cose mutano in continuazione, perché è nella loro natura.

Potremo tornare a fare gli aperitivi, le cene tra amici, i bambini torneranno a scuola e i genitori al lavoro, i negozi apriranno e dovranno rincorrere il tempo perso e i soldi svaniti, la grande macchina si rimetterà faticosamente in moto. Ma niente tornerà come prima. Il solco scavato nella nostra anima da questi giorni non lo permetterà.

Perciò mettiamo in salvo la nostra anima. Impariamo a lasciare andare. Che siano cose, persone, animali, momenti o le nostre convinzioni. Lasciamoli andare.

Dovremo rimetterci in piedi, scrollarci la fatica di dosso, prendere un grosso respiro e muovere nuovi passi in avanti. Quello che è stato è già polvere e la polvere scivola dalle mani, non possiamo trattenerla. Non possiamo trattenere il passato.

Stringiamo a noi gli insegnamenti, i ricordi, la scuola di vita. Ma muoviamoci in avanti.

Che si tratti di materia o sentimento facciamoci forza, nulla dura. Lo dico anche a me stessa, che trattengo da anni sentimenti e oggetti di cui una parte di me grida di liberarsi.

L’ostacolo più difficile? Indubbiamente i miei diari. Contengono una parte importante del mio percorso evolutivo, piccoli successi e grandi insicurezze, sono le pagine a cui mi aggrappavo quando non sapevo con chi parlare. Sono sempre stata più brava a scrivere, che a confrontarmi verbalmente. Ma forse è vero quello che ho letto: i diari servono come terapia, ma nella terapia esauriscono il loro scopo. Nessuno li rileggerà mai. Da bambina pensavo che sarei diventata famosa attraverso essi. Ma ora la ragione ha preso il sopravvento. Perché li tengo? Perché sono qualcosa di irripetibile. Sono veramente combattuta. Ma credo che dovranno andare, come sono andate tante cose che tutt’ora non ho ancora rimpianto.

Non abbiamo occhi dietro alla testa perché siamo fatti per procedere, non per arretrare. E sono convinta che questa sia la nostra salvezza.

Se vi va scrivetemi come siete riusciti o come state lottando per lasciare andare il vostro passato.

2 pensieri riguardo “Lasciare andare il passato”

  1. Eh l’argomento + difficile! Il passato nn possiamo trattenerlo, ma esso vive dentro di noi, nella ns anima. E i diari sono la ns anima. Voi nn li rileggete? Io si, li ho dal liceo, in essi ritrovo me stessa, la mia evoluzione, il mio io + profondo, fossero i miei pensieri di felicità, di dolore, di riflessione o le locandine dei concerti o il cuore disegnato dal mio compagno di banco. Dai diari nn mi staccherò mai: sono me stessa, e in me stessa c’è il mio passato, il mio presente e anche il mio futuro, come evolverò, in qual modo sceglierò, che armi avrò x affrontare le difficoltà, le mie capacità di decidere. Nn si tratta di rimpianto, si tratta di rispetto di me stessa a procedere nel miglior modo possibile tenendo sempre presente il bagaglio che mi sono fatta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...