Le mie vacanze

Costa Azzurra, vacanze 2020, estate sottotono per via di tutte queste mascherine e questo gel disinfettante. La gente che ha paura di tossire in pubblico e la gente che non mette le protezioni nemmeno in mezzo alla calca.

Ma come tutti gli anni una cosa non cambia, lo sfarzo, le auto di lusso, le ville con piscina a picco sul mare, le cene a lume di candela in ristoranti “leccati” con donne tutte botox e lustrini.

A questo si contrappone la bellezza prepotente della natura e del mare, le colline verdi e le rocce rossastre e gialle. La canicola e la brezza, i panorami che si aprono all’improvviso togliendo il fiato. Ogni volta che vengo qui amore e odio si combattono aspramente, lasciandomi esausta, ma sempre desiderosa di tornare.

Non sono una delle persone che ambisce a spendere una mensilità in champagne e frutti di mare o facendo il pieno ad un suv di alta gamma, perché la mia Peugeottina mi basta per arrampicarsi su e giù per le colline, i tornanti e le viuzze bordate di plumbago. Mi vesto sportiva quest’anno, non mi interessa di sfoggiare abiti firmati o bikini da influencer (anche perché il mio fisico non me lo permette). Scarpe da ginnastica leggere e comode sono quello che serve per gironzolare per le strade assolate.

Il minimalismo mi ha insegnato a godere della vita, al di la di quello che ti vogliono far credere che serva per vivere a pieno. Mi rendo conto che essere a spasso per località turistiche alla moda sia un invito a spendere, tra una vetrina di vestiti svolazzanti e una bancarella di prodotti tipici, ma ho imparato a moderarmi.

Compro qualcosa, ma riesco serenamente a dire di no a tanto altro. Non voglio fare i conti col senso di colpa e so di non aver bisogno di niente.

Non provo invidia per i ricchi che vivono o vengono in vacanza in Costa Azzurra. Non mi interessano le loro barche smisurate o i loro suv ingombranti.

Io, mio marito e il nostro Labrador insieme siamo tutto quello che mi da pace. La mia anima è in pace. Il lusso è riempirsi la bocca di buon cibo e gli occhi del blu di mare e cielo.

Avere di più, sempre di più, non sarà abbastanza. Ma se impariamo a rinunciare, a non desiderare, a guardare oltre, potremo davvero arrivare ovunque. Le cose importanti della vita non sono a misura di portafoglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...